top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreBEAUTYFACTORY

Voglia di cambiare? Scegli il biondo consigliato dalle nostre Blonde Specialist



Dal lino al cashmere, dall'albicocca al platino con radice scura, sono molte le sfumature di biondo da provare per l'inverno 2023.

Purché la scelta sia fatta guardando all'incarnato, al colore naturale dei capelli e a quello degli occhi.


Come scegliere il biondo più adatto alla nostra carnagione Abbiamo chiesto alle nostre Blonde Specialist di distinguere per noi tra biondo e biondo, consigliare la scelta (anche in base all'età) e darci consigli per mantenere il colore vivo.


Che tipi di biondo ci potete proporre, al momento? "Sui social spopola è il biondo lino, caratterizzato da una tonalità che va dal neutro al freddo (non un freddo che spegne, ma freddo che rende il biondo naturale e contrasta gli effetti medio-caldi che possono emergere con il tempo). È un biondo che si realizza utilizzando delle sfumature chiaro-scuro e cita la naturalezza dei capelli dei bambini schiariti dall'effetto combinato di sole e acqua di mare. C’è poi chi predilige dei biondi freddi, ma il trend si è esaurito. Piuttosto, il 2023 è stato l'anno del rosso e questo ha portato in generale a orientarsi verso colori più caldi; ad esempio un biondo miele o ramato, da reinterpretare però con sottotoni freddi. Si possono mischiare tonalità calde con contrasti in piccola quantità di toni freddi per creare nuance che si avvicinano a un color legno chiaro, che rimanga caldo senza sembrare giallastro/arancione".


Come si sceglie la giusta tonalità di biondo? "La regola è guardare per prima cosa al colore della pelle, a quello dei capelli nel loro colore naturale e agli occhi. In secondo luogo, personalmente osservo bene la persona e cerco di farmi un'idea della sua personalità, prima di chiederle quale idea di sé vorrebbe trasmettere; non bisogna dimenticare che i capelli sono anche uno strumento di comunicazione. Se ci spogliamo dei vestiti, l’unica componente del nostro corpo che possiamo manipolare e trasformare per comunicare sono proprio i capelli".

Come si mantiene il biondo scelto, perché non viri su altre tonalità o si spenga? "Il biondo è una cosa seria. Il processo chimico necessario per ottenere il colore desiderato è tra i più delicati: dobbiamo essere in grado di ottenerlo, tutelando la salute dei capelli. Più che di consigliare un 'mantenimento' preferisco parlare di metodi per 'controllare' il biondo: ha perso tono? Farò un gloss. Ha preso troppo sole? Lo riporterò alla sua tonalità usando un tonalizzante".


Quale biondo è più adatto a chi ha superato "gli anta"? "L'età non conta, resta valida la regola dell'analisi di capelli, occhi, pelle e personalità. Tuttavia, è possibile che a questa età ci presenti un principio di capello bianco e qui le strategie possono variare. Le principali sono: primo, mascherare i capelli bianchi e poi lavorare con delle schiariture che neutralizzano l’artificialità della tinta. Qui il mantenimento diventa mensile perché bisogna andare a coprire i capelli bianchi ogni mese.

Seconda possibilità sta nel mischiare i capelli bianchi con il biondo, di modo da non dover più preoccuparsi di coprire i capelli bianchi ed evitare di sottoporre i capelli a un processo chimico importante. Per farlo, si lavora di chiaro-scuro mascherando il bianco con tonalizzanti più leggeri. Ovviamente, più si va avanti con l’età, più il viso ha bisogno di avere una cornice dolce che lo accompagni: in questo caso si prediligono colori soffici, morbidi".


Cosa pensate del biondo albicocca che piace tanto alle star? "Il biondo albicocca vive un grande ritorno.

Il rosso - come dicevamo - è stato il colore del 2023, e questo ha influenzato anche le altre colorazioni: nel biondo siamo passati dai freddissimi ai biondi caldi e neutri (come appunto il biondo lino citato all’inizio), fino ad arrivare al biondo albicocca, caldo ma non troppo. Attenzione però perché non sta bene a tutte: bisogna avere determinate caratteristiche di pigmentazione della pelle, di occhi e un colore base dei capelli che si presti a essere interpretato in questo modo. Sicuramente non è un colore mainstream".

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page