Cerca
  • BEAUTYFACTORY

Capelli: è tempo di pensare al post vacanza?

Per non trovarsi con la chioma spenta e del tutto disidratata, occorre pensare ai capelli prima ancora di esporsi al sole, al sale e al cloro. Che fare? Tagliare e colorare prima o dopo? E quando prendere appuntamento dal parrucchiere? Ecco una mini-guida pre e post-vacanza

Aridi, disidratati e sbiaditi. Solitamente sono così i capelli dopo l’estate, o meglio dopo le vacanze o una lunga esposizione ai raggi solari.

Un po’ presto per parlarne? Forse, ma quando si tratta di cura dei capelli, presto non lo è mai.

Dato che le azioni compiute durante l’esposizione, influiranno dopo sul risultato. Dunque, che fare?

Aspettare la fine dell’estate per intervenire o agire fin da subito per non ritrovarsi con una chioma effetto paglia?

Prendere appuntamento da #BeautyFactory Officine dello Stile subito e farsi consigliare o rimandare tutto a dopo?


CAPELLI E SOLE: QUANTO VANNO D’ACCORDO?

Cominciamo con il chiarire quanto il sole possa influire sullo stato di salute dei capelli. Ovvero, molto e in genere negativamente. I raggi del sole, la salsedine e l’acqua della piscina possono inaridirli rendendoli opachi e crespi, sino a far spuntare le tanto temute doppie punte e ossidando il colore. I capelli colorati, infatti, sono ancor più fragili perché ossidati chimicamente, processo che viene potenziato dai raggi UV. Quindi? Utilizzare una buon filtro solare è d’obbligo, sempre. Non lo avete fatto? Ahi Ahi Ahi ...



COSA FARE AL RIENTRO DALLE VACANZE

Massima cura, ovviamente, con una routine ultra-nutriente che comprende anche maschere, da lasciare in posa per almeno dieci minuti. Questo perché i capelli risulteranno di sicuro disidratati, con le squame allargate che causano secchezza e perdita di luminosità. L’ideale sarebbe anche fare un trattamento ricostruttore in salone oltre alla colorazione, perché favorisce la penetrazione dei prodotti e la loro resa.


17 visualizzazioni0 commenti